Come Realizzare Bambole di Rafia

Come Realizzare Bambole di Rafia

Luca No Comments
  Guide

In questa guida vi spiego come fare per realizzare delle originali bamboline dal sapore etnico, in rafia naturale. Essendo molto essenziali e senza fronzoli, staranno benissimo all’interno di un arredamento moderno, in modo da creare un piacevole contrasto di linee e colori. Vediamo quindi come procedere.

Prendi la rafia e taglia una manciata di fili che siano lunghi circa 40 cm. Avvolgi quindi un elastico tenendoti a 5 cm dall’ estremità di tali fili. Lo poserai più in basso se vuoi realizzare una bambolina che abbia i capelli lunghi. Per fare in modo che i fili si saldino bene, avvolgi l’ elastico più volte intorno ad essi. Fissa poi un secondo elastico, magari di diverso colore, a 7 cm sotto il primo, per formare la base della testa.

Per realizzare le braccia, ai lati del corpo della bambola, tira delicatamente fuori i fili e stringi con un altro elastico a metà di esse. Taglia le estremità e sfilaccia i ciuffi finali della rafia per formare le mani. Segna il resto del corpo con un ulteriore elastico e dividi a metà i fili, stringendo le gambe con altri due elastici, quindi pareggia i piedi con lo stesso procedimento usato per creare le mani.

Per fare una treccia, per le braccia o per le gambe, dividi il ciuffo di rafia in tre parti. Passa alternativamente i fili di destra sui fili di mezzo, poi i fili di sinistra sui fili di mezzo. Fissa la parte finale con un elastico. Per realizzare un vestitino, taglia dei fili di rafia di un bel colore vivace di 14 cm e fissali con un elastico in tinta attorno al busto, per mezzo di due o tre giri.

Come Eliminare Muffa che si Forma in Casa

Luca No Comments
  Guide

Non è raro che, con l’avvicinarsi della stagione invernale, vediamo spuntare delle macchie di colore scuro soprattutto negli angoli del soffitto. Queste sono muffe che si formano con gli sbalzi termici tra l’esterno e l’interno e che, se non eliminate, possono creare fastidiose allergie o infezioni a chi vive in questi ambienti.

La cosa che non dobbiamo assolutamente fare, per evitare il diffondersi della muffa alle altre pareti, è quella di prendere una pezza e tentare di togliere la macchia formatasi strisciando la pezza sul muro. Proprio così! In questo modo, infatti, non facciamo altro che espandere la muffa e consentire che cresca nelle parti ancora non infestate.

Invece, l’unica cosa che dovete fare è quella di vaporizzare su di essa la candeggina, ma senza asciugarla o passare alcuna pezza. Vedrete che a poco a poco le macchie grigiastre si andranno schiarendo, fino a diventare di un colore giallo paglierino, che con il tempo seccherà e potrà essere rimosso con un raschino.

Per evitare la formazione della muffa, è importante controllare i livelli di umidità presenti in casa.
Se sono troppo elevati, è possibile utilizzare un deumidificatore portatile.
Si tratta di un elettrodomestico che ha lo scopo di diminuire l’umidità presente in casa.

Se invece volete completamente ovviare alla formazione della muffa o eliminare definitivamente quella esistente, dovete pitturare nuovamente la stanza infestata con un prodotto in commercio, il Bisaten, che prevede un trattamento iniziale prima della pittura finale. Con questo prodotto non avrete più bisogno di nulla, perché vi resteranno le pareti sempre pulite, anche in punti in cui lo sbalzo termico e la presenza di condensa è elevato.

Come Fare Giocare i Bambini in Modo Creativo

Luca No Comments
  Guide

I bambini giocano sempre più con i videogiochi, perdendo molta della loro fantasia. Sarebbe un bene che giocassero con la loro immaginazione. Ecco allora un gioco adatto a loro, molto semplice, che si può fare ovunque, senza bisogno di nessun oggetto in particolare, se non la fantasia.

Mettiamo i bambini in cerchio, o in fila uno di fianco all’altro, in modo che sia facile capire a chi spetta il turno, e possano intervenire uno dopo l’altro senza bisogno di adulti che dettino chi deve parlare.
I bambini scrivono su un foglio una parola a piacere, e si mettono questi foglietti chiusi in un piattino.

Si estrae a caso una parola tra i diversi foglietti. Il primo dovrà dire una parola attinente alla prima parola estratta. Se, ad esempio, la parola di partenza è cane, il secondo bambino potrà dire animale, cuccia, guinzaglio, ecc. Il terzo dovrà dire qualcosa di attinente alla parola del secondo bambino, e così via fino alla fine.

Chi non troverà la parola entro 5 secondi viene eliminato.
Ogni volta che c’è una eliminazione si inizierà da capo, estraendo una nuova parola e cambiando però l’ordine dei bambini. Vedrai che si divertiranno come pazzi, e rimarranno buoni per almeno un’oretta. Poi, naturalmente, si annoieranno, ma almeno per qualche tempo saranno stati bravi.

Come Realizzare Copie dei File

Luca No Comments
  Guide

Oltre all’utilità di sistema di Backup messa a disposizione dalla Microsoft o a programmi liberi o a pagamento per fare le copie di documenti e files, è possibile anche usare alcuni comandi DOS raggruppati in un file batch per eseguire delle copie ad orari prestabiliti.

Collega l’unità rimovibile (hard disk esterno, penna usb) al PC e verifica con esplora risorse con quale lettera è identificata, per esempio con (E:).
Clicca su START, poi ESEGUI, digita cmd e premi invio.
Digita cd\ premi invio, digita edit premi invio, premi ALT F e seleziona Salva con nome…
In Nome file inserisci, per esempio, cs1930.bat (esegue una copia alle 19.30).
Scrivi le seguenti righe

@echo off
:inizio
cls
echo inizio
set HH=%TIME:~0,2%
if %HH%==19 goto minuti
goto inizio
:minuti
cls
echo minuti
set MM=%TIME:~3,2%
if %MM%==30 goto fine
goto minuti
:fine
cls
echo fine
E:
cd\
IF EXIST E:\Copia GOTO Backup
md Copia
:Backup
xcopy C:\Lavoro\*.* /d /s /c /h /r /y E:\Copia

Premi ALT F e seleziona Salva.

Eseguendo questo file si copia alle 19.30 tutto quello che c’è nella cartella C:\Lavoro nella cartella E:\Copia.
Se vuoi cambiare orario, per esempio le 13.00, sostituisci 19 con 13 e 30 con 00.
Per i nomi delle cartelle non usare più di 8 caratteri. Se devi superare questo limite puoi inserire i primi sei caratteri della cartella così come sono, al penultimo metti ~ e come ultimo carattere metti 1 (per esempio la cartella C:\Documents and Settings diviene C:\Docume~1). Fai delle PROVE per assicurarti che tutto funzioni come tu vuoi.

Con Esplora risorse clicca col tasto destro sul file cs1930.bat e seleziona Crea collegamento, poi clicca col tasto destro sul collegamento creato e seleziona Proprietà, dalla casella Esegui seleziona Ridotta a icona, clicca su OK.
Clicca sul collegamento creato col tasto destro, seleziona Taglia, seleziona la cartella C:\Documents and Settings\All Users\Menu Avvio\Programmi\Esecuzione automatica, clicca col tasto destro sullo spazio bianco di destra e seleziona Incolla. Al prossimo riavvio del PC il file batch viene eseguito in autoamatico e ridotto ad icona.

Come Togliere le Macchie da una Tazza Inglese

Luca No Comments
  Guide

Restaurare una ceramica con le proprie mani per avere il piacere di ridare bellezza a un oggetto rotto o sciupato è meno difficile di quanto possa sembrare.

Oggi, grazie ai moderni adesivi e ad altri materiali adatti, si possono eseguire anche da soli lavori corretti. In questa guida ti spiegherò come puoi eliminare le macchie e le incrostazioni in una tazza inglese in terraglia, eseguita con candeggina.

Occorrente
1 bacinella
Pennello di nylon
Detergente neutro
Candeggina
Acqua ossigenata
ammoniaca
Cotone idrofilo
1 recipiente graduato

Lava accuratamente la tazza immergendola in una bacinella di plastica contenente acqua calda, in cui avrai sciolto un buon detergente neutro. Spazzola la tazza delicatamente con un pennello di nylon, soprattutto nei punti in cui la polvere e lo sporco tende a depositarsi. Dopo averla sciacquata, lasciala asciugare all’aria, appoggiandola su un panno morbido. Ti consiglio di non asciugarla con uno strofinaccio per evitare che i fili e i peli possano aderire alla superficie.

Puoi anche utilizzare un asciugacapelli, facendo attenzione che il getto d’aria non sia troppo violento né troppo caldo. Se sono rimaste alcune macchie e tracce di sporco nelle abrasioni, devi preparare nella bacinella, una soluzione di acqua e candeggina nella proporzione di 4 a 1 e devi immergere la tazza, stando attenta a non rovinare lo smalto.

Se le macchie sono particolarmente resistenti, puoi aumentare la quantità di candeggina, fino ad arrivare al massimo a un rapporto di 1 a 1. Per evitare di rovinare lo smalto, è bene però che tu non immerga completamente la tazza nelle soluzioni più concentrate; tampona invece le macchie o applica impacchi con batuffoli di cotone imbevuti di acqua e candeggina.