Come Scegliere la Tonalità di Fard Giusta

Come Scegliere la Tonalità di Fard Giusta

Luca No Comments
  Guide

Il fard è un cosmetico utilissimo per definire i tratti del volto e donare alla tua pelle un colorito sano. Dopo aver scelto la tipologia di fard migliore per le tue esigenze, è fondamentale capire qual è la tonalità giusta per un trucco perfetto, in base al colore della tua pelle.

Se hai la pelle chiara o molto chiara, opta per un fard dal colore tenue e delicato, che tinga leggermente la tua pelle, sui toni del rosa chiaro, rosa corallo o rosa antico. Se hai una pelle nè lattea nè troppo scura, di una tonalità media, scegli invece un fard color pesca, albicocca oppure rosa scuro.

Se invece hai una pelle scura oppure olivastra scegli un fard color mattone o in alternativa nei toni dell’ambra o del bronzo. Opta per un fard opaco se vuoi definire o correggere i tuoi lineamenti creando dei giochi di luce e ombra. Scegli invece un fard perlato se vuoi illuminare il viso e concentrare l’attenzione sugli zigomi.

Per fare in modo che il fard sia sempre adeguato con il tuo trucco, assicurati di avere a portata di mano sempre tre tonalità di fard: una più leggera per i makeup più delicati, una più calda per i trucchi estivi quando sei abbronzata e una tonalità perlata per dare luce al viso. Se non sei esperta nell’applicazione del fard, per evitare di sbagliare e di sembrare un clown cerca di scegliere dei colori non troppo intensi. In seguito, quando acquisterai pratica, potrai osare con colori più decisi.

Come Preparare Cocktail Analcolici

Luca No Comments
  Cucina

Per un after dinner o per un aperitivo con i tuoi amici, sfoggia le tue qualità di barman e divertiti a preparare deliziosi cocktail analcolici così da finire la serata in bellezza e guidare fin casa senza problemi. Questi cocktail sono molto adatti anche per le feste dei più piccini, in sostituzione della classica aranciata e Coca cola.

Se stai preparando un aperitivo da consumare durante una partita a carte con gli amici, allora è bene che tra i tuoi ingredienti figuri anche la Schweppes, ma se prepari dei rinfreschi per una feste di bambini, meglio concentrarsi unicamente sui vari succhi e sciroppi. Questo perchè il retrogusto “amaro” della Schweppes non è apprezzato dai più piccini. Lo Shaker non è indispensabile, ti basterà un cucchiaino (meglio se una paletta in plastica) per girare la miscela a fine preparazione.
Ecco alcuni abbinamenti capaci di soddisfare un po’ tutti i palati:
-Schweppes, sciroppo di cocco, granatina e ananas. Regola le quantità in base ai tuoi gusti e in mancanza della granatina puoi usare un semplice sciroppo di fragola. Per i bambini aumenta la dose di succo d’ananas o semplicemente sostituisci la Schweppes con qualche goccia di gassosa.
-Mango mixybar, succo d’arancia, succo di limone, schweppes tonica. Questo può essere decorato con qualche fogliolina di menta.
-Crema di caffè, succo d’arancia e Coca-cola. Questo cocktail è il “casablanca”. L’accostamento caffè/Coca-cola potrebbe destare sospetto ma è decisamente adatto come after dinner:

Gli sciroppi sono quelli usati anche solo con l’acqua, come menta e orzata, e possono essere acquistati a pochi euro in tutti i supermercati.
Ricorda che oltre gli ingredienti del composto, un ottimo cocktail necessita di bicchieri adatti e decorazioni varie. Le decorazioni si applicano solo dopo aver completato la miscela liquida. Una decorazione universalmente valida e di facile preparazione è la scorza d’arancia tagliata a spirale. In alternativa, puoi mettere sul bordo del bicchiere una fettina d’arancia.
Importante è anche il ghiaccio, che dovrebbe essere trasparente come quello che si ottiene con un fabbricatore di ghiaccio.

Lava per bene l’arancia, tagliala a metà e ricavane una fetta dalla circonferenza completa. Pratica un taglietto trasversale sull’arancia in modo che possa aderire stabilmente al tuo bicchiere. Usa bicchieri dalla bocca larga, ad esempio un bicchiere da cognac o un paris.

Come Realizzare Cuore di Rose e Foglie di Mandarino Cinese

Luca No Comments
  Fai da Te

In questa guida spieghiamo come realizzare una colorata e profumatissima ghirlanda a forma di cuore. L’arancio delle roselline, simbolo di ospitalità, risalta nella cornice verde intenso delle foglie del mandarino cinese. Il profumo dolce e fiorito delle rose, esaltato dalla fragranza dell’olio essenziale di rosa, si sposa bene con le note agrumate del mandarino.

Occorrente
Foglio di cartoncino rigido spesso 3 mm
Un mazzo di roselline a gambo corto arancio
Alcuni rametti di mandorino cinese
Spugna “oasis” per fioristi
Essenza alla rosa
Attrezzatura:
Stuzzicadenti
Penna biro
Coltello
Bicchiere
Forbici

Con il coltello tagliate a metà la spugna oasis per fioristi nel senso dello spessore, in modo da ottenere due parti uguali.
Piegate a metà il cartoncino, quindi disegnate una metà cuore e ritagliate. Appoggiate il modello del cuore sulle due spugne, quindi con il coltello incidete il contorno, ottenendo un cuore completo.

Inserite nello spessore di una metà del cuore di spugna gli stuzzicadenti, distanziati fra loro 5 mm e in modo che sporgano per 2-3 cm. Unite le due parti incastrandole negli stuzzicadenti.
Diluite in un bicchiere di acqua 5 gocce di olio essenziale di rosa, quindi bagnate il cuore di spugna. Ripetete più volte l’operazione, profumando ogni volta l’acqua e impregnando bene la spugna.

Con le forbici tagliate il gambo delle rose, lasciando circa 2 cm. Partendo dal centro inserite le rose nella spugna, molto vicine tra loro. Procedete verso l’esterno disponendo le rose in modo da creare un cuore centrale.
Tagliate dei piccoli rametti di mandarino cinese, quindi rivestite completamente il cuore di spugna. Inserite nella spugna i rametti ad altezze diverse e disponeteli in modo da coprire anche lo spessore laterale.

Come Rendere Luminosa la Pelle

Luca No Comments
  Guide

Il piu’ delle volte, un viso poco luminoso, rende meno splendente il nostro sguardo. La pelle va curata, detersa e rigenerata tutte le volte possibili, preferibilmente questa operazione andrebbe eseguita anche due volte al giorno al mattino e la sera.

Prendete la buona abitudine, tutte le mattine, dopo aver lavato bene il vostro viso, con un sapone neutro, possibilmente delicato. Usate i dischetti presenti in commercio per la pulizia profonda, li potete reperire in commercio, in confezioni da 100 ad ottimo prezzo. Usate del latte detergente da passare delicatamente sulla vostra pelle, senza strofinare.

Procuratevi del tonico, e sempre con la massima delicatezza, passatelo delicatamente dopo il latte detergente, vi aiuterà a purificare i pori e rimuovere il latte detergente in eccesso sul vostro viso. Usate l’abitudine di sottoporvi a spruzzi di vapore, prima di effettuare una pulizia del viso accurata, che potrete praticare anche da sole, poichè il vapore vi aiuterà ad aprire i pori, cosi’ non dovrete effettuare forza nel rimuovere le impurità.

Usate la buona abitudine, di andare a dormire in un orario consono. Un viso stanco, si disidrata facilmente, e i segni si vedono chiaramente. Una notte di sonno vi aiuterà a rendere il vostro viso e conseguenzialmente il vostro sguardo, piu’ luminoso vivo e intenso. Ricordatevi tassativamente, sempre, di struccarvi prima di andare a dormire, non accumulerete impurità.

Come Realizzare Cornici Naturali

Luca No Comments
  Fai da Te

Mettiamo in azione i cinque sensi in rapporto alla natura, stimolando nei bambini la capacità di osservare e interagire positivamente con il mondo che li circonda, di orientarsi e coordinarsi nello spazio, di sperimentare un uso creativo dei materiali raccolti.

Occorrente
Acqua, colla, cartoncini neri (30 x 40 cm), materiale raccolto in un giardino.

Mescoliamo acqua e colla, e spalmiamo la miscela ai lati dei fogli di cartoncino nero (30 x 40 m circa). Invitiamo quindi i bambini a ricoprire la superficie incollata con il materiale raccolto, a loro piacimento. Disponiamo poi tutti i lavori ad asciugare sui termosifoni accesi e osserviamo come lentamente la colla diventa trasparente.

Il tutto assumerà un aspetto omogeneo e ordinato. Disegniamo insieme alcuni alberi o le nuvole, le foglie che cadono…e inseriamo i vari disegni nelle cornici. Realizziamo un pannello o un albo con tutti i lavori dei bambini, intitolato “Colori d’autunno”, da corredare con le fotografie e i commenti dei piccoli.

Esponiamo questi lavori sostenuti da una documentazione su pannelli per realizzare un momento di condivisione. Possiamo osservare le reazioni e l’interesse dei più grandi e dei più piccini; questo ci permetterà di riflettere nell’ambito del gruppo di lavoro per rivolgere le nostre proposte ai bisogni dei bambini.