Come Fare Torta con il Formaggio e l’Uvetta

Come Fare Torta con il Formaggio e l’Uvetta

Luca No Comments
  Cucina

Nella guida seguente, ti consiglio un’altra ricetta buonissima, la torta al formaggio e uvette. Questo dolce è uno dei miei preferiti ed è abbastanza facile da preparare. Se ti ho incuriosito, leggi questa guida e inizia a preparare questo dolce buonissimo.

Occorrente
1 kg di ricotta
100 g di uvetta
2 cucchiai di essenza di rum
500 g di farina
250 gr burro
2 uova
Buccia di limone o di arancia
Zucchero a velo
1 tuorlo d’uovo
100 ml di acqua

Una volta acquistato gli ingredienti, sei pronto a preparare questo dolce buonissimo. La prima cosa da fare è quella di mettere le uvette in una padella insieme al rum e le lasci da parte. Poi, devi preparare la pasta, ma se la trovi gia’ fatta al supermercato, puoi usare quella, io ti consiglio di prepararla in casa, sarà più buona e avrai più soddisfazione. Ora metti in un vassoio le uova e mescolale bene con il burro. In seguito, aggiungi pian piano la farina e l’ acqua, mescolando per tutto il tempo. Dopo aver aggiunto tutta l’ acqua, mescola fino a quando ottieni un impasto morbido ed appiccicoso.

Ora, metti dello zucchero sopra il formaggio e mescola fino quando diventa omogeneizzata la composizione. Aggiungi la buccia di limone o la buccia d’arancia. Versa un po’ di farina mescolando continuamente fino a quando il formaggio si è omogeneizzato. Infine, aggiungi l’ uvetta e avrai così pronto il ripieno per la torta.

Riprendi l’ impasto fatto al primo passo e dividilo in due parti. Una parte la devi stendere sul vassoio in cui cucinerai la torta. Sopra, aggiungi la composizione fatta al secondo passo, ma abbi cura di distribuirla sulla tutta superficie del vassoio. E infine, sopra, aggiungi l’altra parte dell’impasto rimasto. Taglia i bordi che superano la superficie del vassoio, e lubrifica su tutta la superfice del foglio con il tuorlo d’uovo.

Inserisci il vassoio in forno preriscaldato a 180 gradi e lascialo cuocere per 40 minuti. Quando la torta è dorata la puoi togliere dal forno. Lasciala raffreddare, e tagliala a forma e fette che desideri tu, aggiungendoci sopra una nuvola di zucchero a velo. Si può servire sia calda che fredda. Se vuoi variare un po’, invece di usare come ripieno per la torta le uvette, puoi usare le mele.

Come Fare Tortine di Patate

Luca No Comments
  Cucina

Facile da realizzare, una delizia, i bambini ne vanno matti, i grandi le preferiscono al gateau. Puoi realizzarla utilizzando i salumi o i formaggi che ti avanzano, non ha ingredienti obbligati. Ha brevi tempi di preparazione e volendo puoi prepararli, metterli in frigo e infornarli il giorno dopo.

Occorrente
500 grammi di patate
200 grammi di mortadella
200 grammi di emmental
50 grammi di burro
Pan grattato
500 gr di farina
Olio d’oliva qb
Sale pepe
Piccoli contenitori di alluminio
60 gr di parmigiano

Metti la farina in una ciotola, aggiungi acqua e olio d’oliva in parti uguali e impasta energicamente.
aggiungi un pizzico di sale. Sbollenta le patate in acqua salata. Con la forchetta schiaccia le patate grossolanamente, aggiungi alle patate schiacciate qualche pezzetto di burro e tutto il parmigiano grattugiato.

La mortadella deve essere tagliata spessa e poi fai piccoli cubetti. Taglia anche tanti cubetti di emmental. Con l’impasto di farina fai tanti dischetti piu’ larghi delle vaschette d’alluminio. Aiutati con il mattarello e distendi la pasta piu’ sottile che puoi. Con un pennello da cucina olia tutte le formette e dopo averle unte versa del pangrattato.

Mantieni della pasta da parte per realizzare i coperchi delle formine, Versa in ogni formina un po’ di patate, un po’ di mortadella, ed un po’ di emmental. Con la pasta rimasta realizza dei dischetti e mettili come coperchi su ogni formina. Buca con la forchetta tutti i coperchi per evitare che si aprano da soli.
Si servono tiepidi.

Come Fare la Tintura per i Capelli

Luca No Comments
  Guide

Facile anzi facilissimo, oggi in commercio ci sono una varietà di marche di tinture che sono buonissime e coprono perfettamente i capelli bianchi. Ma non fanno i miracoli, nel senso che se da brune volete diventare bionde e da bionde brune, non c’è possibilità, la tintura che scegliete da fare in casa deve quindi avvicinarsi al vostro colore.

Utilizzare guanti usa e getta perchè la tintura macchia ed è difficile toglierla, in genere i guanti escono dalla confezione, procuratevi anche una mantellina di plastica per coprirvi le spalle perchè rischiate di macchiarvi i vestiti. In bagno coprite tutto quello che potrebbe sporcarsi compreso lavandino e specchiera perchè la tintura difficilmente va via. In genere nella confezione consigliano di mettere direttamente la tintura dal beccuccio del flaconcino, ve lo sconsiglio non viene bene. Comprate un pennellino per tinture e una ciotolina, li vendono in qualsiasi profumeria o negozio di detersivi e non costano neanche molto.

Ci sono 2 versioni di tinture: in gel e in crema, sono tutte e 2 la stessa cosa, in gel non cola. Dalla confezione escono 2 flaconcini, dovete miscelare il contenuto del flaconcino più piccolo in quello più grande, oppure potete trovare nella confezione un flaconcino e un tubo di crema che dovete svuotarlo e miscelare nel flaconcino agitandolo un pò. Mettete la tintura nella ciotolina.

La tintura potete metterla anche a capelli bagnati, viene meglio perchè per mettere bene la tintura bisogna farlo all’interno delle ciocche, fatevi aiutare da un’altra persona a mettere dietro la tintura. Pettinatevi con un pettine a denti stretti per togliere l’eccesso e aprite i capelli per file, inziate a mettere la tintura all’attaccatura dei capelli tutt’intorno alla testa e poi fila per flila, quando avete completato tutto, anche dietro, coprite tutto il resto dei capelli anche distribuendo la tintura per la lunghezza, fino a formare una coda che attaccherete con una pinzetta. Continuate a mettere tintura sopra la capigliatura e intorno alla coda fino ad esaurirla. Adesso fate stare in posa per 30 minuti, se avete i capelli molto lunghi vi consiglio di comprare 2 confezioni altrimenti è poca e non ce la fate a coprire tutti i capelli. Passati i 30 minuti fate lo shampoo come siete abituati a fare, poi proseguite con la normale asciugatura e noterete il bellissimo colore che avrete ottenuto!

Come Scegliere un Umidificatore per la Casa

Luca No Comments
  Guide

Gli umidificatori sono un ottimo modo per mantenere un livello di umidità corretto in casa. Aumentando l’umidità nel tuo ambiente, puoi salvaguardare la salute, proteggere la struttura della tua casa dagli effetti dell’aria secca e migliorare la comodità dell’abitazione.ù

Come detto, gli umidificatori aumentano il livello di umidità nelle zone asciutte rilasciando una nebbia delicata e invisibile nello spazio. Questo aumento di umidità è utile durante l’inverno quando i termosifoni possono togliere dalle case l’umidità necessaria.
Infatti, l’aria secca può portare disturbi come i raffreddori.
Oltre a proteggere la tua salute, gli umidificatori sono un ottimo modo per proteggere l’integrità strutturale della tua casa e i mobili in legno.
L’aria interna secca può fare staccare la carta da parati, oltre rovinare i pavimenti in legno e i mobili in legno che si spezzano, si deformano o si separano.
La semplice aggiunta di un umidificatore al tuo ambiente interno ti aiuterà a controllare e persino a eliminare questi problemi.

Decidere se è necessaria un’umidificazione per una singola stanza o l’intera casa è uno dei passaggi più importanti nella scelta di un umidificatore.
Per aggiungere umidità a un’area di piccole come una camera da letto o un ufficio domestico, un umidificatore da tavolo è la scelta migliore. Questi umidificatori leggeri possono essere facilmente spostati in altre zone, se necessario.
Inoltre, molti modelli possono funzionare fino a 24 ore prima di richiedere un rabbocco d’acqua. Sono disponibili anche umidificatori con velocità multiple, igrometri integrati, uscite combinate a nebbia calda o fredda, comandi facili da usare e indicatori di acqua bassa.
Se è necessario aggiungere umidità a più stanze o all’intera casa, gli umidificatori a consolle a sono più adatti. Considerevolmente più grande di un umidificatore da stanza, un umidificatore da console può fornire umidità agli spazi fino a 3.000 piedi quadrati. Questi umidificatori sono generalmente collocati in una posizione centrale e sono disponibili in una varietà di design e finiture che consentono ai dispositivi di integrarsi facilmente con il tuo arredamento.

Gli umidificatori aggiungono umidità all’aria in diversi modi e sono disponibili in più modelli, con diversi vantaggi e svantaggi. Gli umidificatori a nebbia fredda disperdono una nebbia a temperatura ambiente e generalmente coprono zone più grandi e consumano meno elettricità rispetto ad altri tipi. Per dettagli è possibile vedere questa guida sugli umidificatori a freddo sul sito Umidificatoreok.com.
Gli umidificatori a nebbia calda utilizzano un elemento riscaldante per riscaldare l’acqua e rilasciarla nella stanza come umidità calda e confortevole. I modelli a nebbia calda possono utilizzare più elettricità rispetto ad altri tipi di umidificatori perché riscaldano l’acqua fino all’ebollizione. Tuttavia, possono produrre umidità di migliore livello perché il processo di ebollizione elimina germi e impurità prima che possano essere rilasciati nella tua stanza.
Quando scegli tra i tipi di umidificatore, ti consigliamo di considerare anche la struttura del dispositivo. Gli umidificatori da tavolo sono compatti e progettati per essere posizionati una scrivania. Gli umidificatori a consolle sono umidificatori di grande capacità progettati per essere posizionati sul pavimento.

Come molti dispositivi meccanici, puoi aspettarti che il tuo umidificatore emetta un rumore. Tuttavia, alcuni umidificatori producono più rumore di altri. Per zone come camere da letto e uffici domestici che richiedono un ambiente più silenzioso, un umidificatore a ultrasuoni è la soluzione perfetta. Gli umidificatori a ultrasuoni utilizzano onde sonore ad alta frequenza per fare vibrare un diaframma metallico a frequenze ultrasoniche, creando una nebbia fine e rilassante.

Gli umidificatori sono dispositivi relativamente a bassa manutenzione. Le attività di manutenzione ordinaria di solito includono la pulizia del serbatoio dell’acqua per garantire che muffa, muffa e batteri non crescano all’interno e circolino in tutto l’ambiente. Inoltre, le uscite devono essere controllate per assicurarsi che l’umidità possa fluire facilmente.
Mentre queste attività sono comuni alla stragrande maggioranza degli umidificatori, molti umidificatori a nebbia fredda utilizzano un filtro interno per contribuire a creare la nebbia. Questi filtri dovranno essere periodicamente sostituiti.

Come Realizzare Tartarughe con le Bottiglie di Plastica

Luca No Comments
  Guide

Negli ultimi anni si parla tanto di riciclaggio, in particolare di plastica e carta. Con questa guida vi insegnero’ a fare delle tartarughine per i vostri bambini proprio riciclando questi due materiali. Seguite attentamente questa guida e vedrete come e’ facile.

Occorrente
Fondi di bottiglie da 1,5 litri
Taglierino
Colla a caldo
Cartoncini di recupero
Pennarello nero

Per prima cosa prendiamo le bottiglie da un litro e mezzo laviamole bene e asciughiamole. Con un taglierino facciamo un taglio a circa 5 cm dal fondo. Cerchiamo di fare un taglio detto servira’ ad avere una superficie liscia da poter incollare sul cartoncino. Prendiamo ora il pennarello e ritagliamo la sagoma schematizzata delle zampe e della testa della tartaruga.

Tagliamole con un paio di forbici a punta arrotondata seguendone bene i contorni. Disegniamoci ora gli occhi e le dita delle zampe. Coloriamo le nostre sagome di colori vivaci, e dello stesso colore facciamo anche i fondi delle bottiglie ritagliati. Lasciamo asciugare bene per qualche ora. Ricordiamoci di mettere sotto del giornale.

Quando sono perfettamente asciutti prendiamo la pistola di colla a caldo e tracciamone una striscia lungo tutto il bordo del fondo della bottiglia. La colla a caldo asciuga rapidamente, comunque per essere sicuri della presa mettete un peso per qualche minuto. Una volta asciugate le nostre tartarughe saranno pronte per inventare tantissime storie con i vostri bambini.